Efficientamento energetico: risparmio e competitività

Oggi la nuova sfida per le imprese è creare un’industria sostenibile.

L’efficienza energetica è un aspetto di primaria importanza sia per le aziende operanti nel mercato italiano, sia per quelle che esportano e vendono i loro prodotti in tutto il mondo.

I clienti sono sempre più attenti all’impatto ambientale e fare una scelta green può contraddistinguere la tua azienda dai competitors.

Ne parliamo in questo articolo

Le imprese green in Italia

Green Italy 2020 è il rapporto pubblicato da Fondazione Symbola e Unioncamere che analizza e monitora gli investimenti in sostenibilità.

Dal documento emerge che nel quinquennio 2015 – 2019 oltre 432.000 imprese italiane hanno investito in tecnologie green, ovvero il 31,2% dell’imprenditoria italiana. Dato che sale al 35,8% analizzando solo il manifatturiero, quindi un’azienda su tre.

Il 2019 è stato inoltre l’anno con in cui vi è stato il maggior numero di investimenti in efficienza energetica e fonti rinnovabili.

Altro dato interessante è quello legato alle conseguenze dello shock causato dalla pandemia. Le imprese con un animo green hanno saputo reagire meglio delle altre alla situazione infatti, come dimostra lo studio, vi sono stati sia incrementi in termini di fatturato che incrementi in termini occupazionali, non solo, la quota di aziende il cui fatturato è sceso nel 2020 di oltre il 15% è dell’8,2% mentre è stata pari quasi al doppio per le imprese non eco-investitrici.

Questi risultati sono estremamente positivi e, oltre a rendere ancor più concorrenziali i prodotti Made in Italy sul mercato globale, dimostrano come la responsabilità ambientale rappresenti un concreto vantaggio competitivo.

Come fare efficientamento energetico

Come avrai intuito efficientare la tua azienda oltre a consentirti di ridurre i costi fissi nel lungo periodo e a rendere i tuoi prodotti più interessanti agli occhi del cliente rappresenta una concreta marcia in più per affrontare le nuove sfide poste dal mercato.

Vi sono diversi strumenti a disposizione per riqualificare la tua impresa dal punto di vista energetico ma, per prima cosa, è necessario analizzare i consumi della struttura (quanta energia richiedono i macchinari, gli impianti di climatizzazione e illuminazione). Così facendo sarà possibile ottenere un quadro chiaro di quali siano i “problemi energetici dell’azienda, per poi limitare al minimo gli sprechi.

Gli interventi prioritari solitamente risultano essere l’installazione di impianti per produrre energia rinnovabile. Installare questo tipo di dispositivi incide sulla struttura dell’edificio e garantisce un’alimentazione sostenibile, riducendo l’utilizzo di energia fossile. Il sole è la fonte di energia primaria e gli impianti fotovoltaici sono quelli scelti più di frequente.

Le agevolazioni per le imprese

Gli incentivi a disposizione delle aziende in materia di efficientamento energetico sono diversi, tra questi troviamo:

  • Nuovo credito d’imposta al 6%, applicabile sino ad una spesa massima 2 milioni di euro.
  • Decreto Fer1. Questa misura ha l’obiettivo di sostenere la produzione di energia rinnovabile per raggiungere i target europei nel 2030 ed è applicabile a tutti gli impianti superiori ai 20 kWp.
  • “Nuova” Sabatini, si tratta di un finanziamento agevolato per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature che consiste in un contributo statale in conto impianti rapportato agli interessi calcolati sui già menzionati finanziamenti.
  • Bandi regionali, che prevedono contributi a fondo perduto.

Noi di Energia S.p.A. ti seguiremo in ogni fase del tuo percorso.

I nostri servizi vanno dalla consulenza per l’efficientamento energetico all’installazione di impianti fotovoltaici, passando per l’assistenza burocratica e la manutenzione.

Qualsiasi siano le necessità energetiche, la divisione Business Solar Hub® di Energia S.p.A. sarà al tuo fianco per individuare la migliore alternativa per la tua impresa.

Scopri di più qui.

Condividi l'articolo